Micol Melzi, architetto milanese (classe 1982), all’età di quattro anni scopre il piacere di disegnare con le prime matite e pennarelli: da allora non ha più smesso.

Diplomata nel 2001 al Liceo Artistico dell’Istituto Sacro Cuore a Milano, coltiva con passione varie tecniche artistiche:

  • grafiche: grafite, gessetti, pennini, pantone su carta
  • pittoriche: acquarello, tempera, olio e acrilici, spesso sperimentandole su vari supporti, come la pietra ardesia, legno, tela o direttamente su parete (trompe-l’oeil)
  • plastiche: ama inoltre lavorare con creta, das, pasta di sale per realizzare oggetti e riciclando spesso materiale come cartoni vetro… (spesso ai fini di progettare e realizzare giochi per l’infanzia)

Durante gli anni del liceo frequenta un corso estivo di ICONOGRAFIA a Crevalcore (BO) dove, sotto la guida del maestro Giancarlo Pellegrini, apprende l’antica arte della tempera all’uovo e della doratura su tavola di legno gessata per la realizzazione di ICONE SACRE.

Si Laurea in Scienze dell’Architettura (laurea triennale) e in Restauro Architettonico (Laurea specialistica) presso il Politecnico di Milano, percorso grazie al quale integra le proprie conoscenze artistiche ed approfondisce la composizione e progettazione architettonica come esperienza di creatività, ma anche di acquisizione  di competenze tecniche e di studio dei materiali.

Un semplice segno sulla carta: l’architetto è in grado di trasformarlo in un edificio o in un elemento d’arredo, renderlo reale, concreto.

La sua esperienza lavorativa in uno studio di Architettura consolida questo percorso nell’ambito delle ristrutturazioni edilizie private, dalla progettazione alla realizzazione di interventi edilizi, approfondendo sia aspetti tecnici (redazione e stesura delle pratiche edilizie), sia aspetti più creativi come l’interior design e la progettazione e realizzazione di arredi.

Le competenze artistiche e tecniche l’hanno portata ad avere un tratto pittorico pulito e quasi grafico proteso a cogliere con estremo realismo la Bellezza della realtà che ci circonda e di cui spesso non ci accorgiamo più.

Attualmente si divide fra l’attività di libera professionista, la pittura e la cura dei suoi tre figli.